Direzione L’Aquila?

Temporary?Landscapes è un progetto fotografico che intende riportare l’attenzione sulla situazione de L’Aquila e, attraverso le immagini e il coinvolgimento attivo delle persone sul territorio, restituire la città ai suoi abitanti. In occasione del secondo anniversario dal terremoto del 2009, il 6 aprile verrà realizzata un’installazione fotografica lungo il perimetro intorno alla zona rossa de … Continua a leggere

LA MOSTRA TEMPORARY? LANDSCAPES AL SI FEST#20 TEMPORARY? LANDSCAPES AT SI FEST#20

href=”https://temporarylandscapesblog.files.wordpress.com/2011/09/ape_nuova_ok025-12.jpg”>Dal 9 all’11 settembre il Savignano Immagini Festival 2011 offre a Temporary?Landscapes un nuovo spazio d’interazione e riflessione, coinvolgendo i cittadini di Savignano sul Rubicone e i visitatori del festival in una nuova istallazione fotografica in situ dopo quella realizzata a L’Aquila nel secondo anniversario del terremoto. From September 9 to September 11 2011, the … Continua a leggere

L’Espresso: A L’Aquila il paesaggio è ‘temporary’

Un cortile vuoto, cumuli di macerie e una sedia contro il muro che aspetta qualcuno che non arriverà. A due anni dal terremoto che ha sconvolto L’Aquila, tutto è rimasto fermo alla notte del 6 aprile 2009. Il lavoro del fotografo Massimo Mastrorillo è iniziato proprio in quei giorni. Da allora, con ‘Temporary? Landscapes’ documenta … Continua a leggere

150 anni d’Italia? L’Aquila non festeggia

”Non si va ad un matrimonio quando si ha un casa un lutto e la disperazione”, lo ha detto il sindaco dimissionario dell’Aquila Massimo Cialente che in questo momento si trova all’interno della sede diroccata del vecchio comune distrutto dopo il sisma del 6 aprile 2009. Riguardo alle dimissioni Cialente ha detto: ”Ritirare o meno … Continua a leggere

Temporary? Landscapes # 5: Una new town chiamata tendopoli

Il piano di ricostruzione è in ritardo. Le nuove case all’Aquila sono state consegnate solo alla fine del 2009. E i senzatetto hanno passato un inverno nelle tende. La mensa, il barbiere, la messa. Il riposo e il gioco. La città ha provato ad abituarsi. Ma poi è passata solo da una tendopoli a un’altra. … Continua a leggere

Scampati al miracolo

L’aquila: a distanza di un anno dal terremoto che ha distrutto la città e gran parte del suo territorio, decine di famiglie vivono ancora in condizioni di totale emergenza in alloggi di fortuna all’interno di camper e roulotte in alcune casi  ancora nelle tende sansa alcun tipo di servizio e senza alcun tipo di assistenza. … Continua a leggere

Temporary? Landscapes # 1: Una città al bivio

Alle 3:32 una scossa ha devastato la provincia di L’Aquila. Veri e propri crateri si sono aperti tra le strade. Tutto però è rimasto come era. Per percorrere tratti di strada brevissimi bisogna ancora passare per una tangenziale lunga 7 chilometri

“Un progetto per la città”

“‘Come ci si può sentire quando le porte della propria casa sono chiuse e non ci è permesso di aprirle?’. Allora proviamo ad aprire le porte della notte e ci troviamo la bellezza di paesaggi temporanei (?), la bellezza della tragedia”. Massimo Mastrorillo spiega a e-photoreview, il blog di interviste sulla fotografia contemporanea, le ragioni … Continua a leggere

Temporary? Landscapes # 2: Esterno notte

Le finestre del centro di L’Aquila sono chiuse, i negozi non funzionano da due anni e le strade sono ancora piene di macerie. Tutto è fermo alle 3:32 del 6 aprile 2009

  • Contribuisci

  • Twitter

  • Facebook

  • Contattaci