L’Espresso: A L’Aquila il paesaggio è ‘temporary’

Un cortile vuoto, cumuli di macerie e una sedia contro il muro che aspetta qualcuno che non arriverà. A due anni dal terremoto che ha sconvolto L’Aquila, tutto è rimasto fermo alla notte del 6 aprile 2009. Il lavoro del fotografo Massimo Mastrorillo è iniziato proprio in quei giorni. Da allora, con ‘Temporary? Landscapes’ documenta … Continua a leggere

“Un progetto per la città”

“‘Come ci si può sentire quando le porte della propria casa sono chiuse e non ci è permesso di aprirle?’. Allora proviamo ad aprire le porte della notte e ci troviamo la bellezza di paesaggi temporanei (?), la bellezza della tragedia”. Massimo Mastrorillo spiega a e-photoreview, il blog di interviste sulla fotografia contemporanea, le ragioni … Continua a leggere

  • Contribuisci

  • Twitter

  • Facebook

  • Contattaci