La mostra Temporary? Landscapes è alla Fnac di Milano

In occasione del secondo anniversario del terremoto, il 5 e il 6 aprile la città de L’Aquila ospiterà una mostra-installazione del fotografo Massimo Mastrorillo.
All’evento sarà affiancata una mostra promossa da Fnac, un’edizione speciale del giornale COME e un blog (www.temporarylandscapesblog.wordpress.com) presentato in anteprima il 3 marzo da Mandeep Photography, Roma.
L’evento, patrocinato dal Comune de L’Aquila, è possibile grazie alla concreta partecipazione dei cittadini de L’Aquila e a una raccolta fondi che, attraverso la pagina https://temporarylandscapesblog.wordpress.com/contribuisci/ permette a tutti di essere parte attiva nella realizzazione dell’installazione.

> La mostra a L’Aquila | un’installazione fotografica lungo il perimetro intorno alla zona rossa de L’Aquila e in alcuni dei paesi limitrofi, allestita dal 5 aprile sugli elementi architettonici che oggi drammaticamente disegnano il profilo della città: ponteggi, transenne, resti di case, così come edifici già recuperati.
> La mostra presso la Galleria Fnac di Milano | raccoglie circa 30 stampe che, nel corso del 2011, verranno presentate in tutte le Gallerie Fnac d’Italia (Firenze, Genova, Napoli, Roma, Torino, Verona) – GUARDA LA GALLERY SU L’ESPRESSO

> L’edizione speciale del giornale COME | in distribuzione a Milano dal 1 aprile.

Le immagini dell’autore ripercorrono gli eventi che in questi 24 mesi hanno segnato il territorio colpito dal terremoto. Paesaggi diurni e notturni, still life di oggetti rinvenuti, compongono un corpo straordinario di documentazione del territorio degno della più alta tradizione italiana di fotografia del paesaggio. Con estremo rigore e oggettività, senza prendere parte, le immagini di Mastrorillo illustrano un paesaggio urbano e umano fatto di assenze. Paesaggio che tutti ci auguriamo essere temporaneo.
“In Temporary? Landscapes il paesaggio de L’Aquila diventa lo specchio dell’emergenza e della temporaneità, della precarietà. Il punto di domanda è per me importante perché volevo sottolineare come dietro questa evoluzione si nasconda l’assenza di una seria programmazione e, al momento, di un futuro chiaro per gli aquilani.
L’immediato post terremoto, il G8, lo stato d’abbandono in cui la città si è cristallizzata nei mesi successivi: ho lavorato perlopiù su paesaggi, still-life, per enfatizzare attraverso la presenza-assenza dell’uomo come stiano cambiando la realtà sociale e la topografia di queste aree. Pur scegliendo di non ritrarle, ho ideato e realizzato questo progetto per restituire qualcosa alle persone, in particolar modo agli abitanti de L’Aquila, e per utilizzare la fotografia come punto di partenza per creare dialogo, risvegliare interesse, partecipazione”.

INAUGURAZIONE MOSTRA  FNAC
Mercoledì 30 marzo | ore 18.00

Dal 30 marzo al 4 maggio 2011
VIa Torino ang. via della Palla
Lun-sab: 9.30-20; domenica: 10-20
T 02 869541 – http://www.fnac.it
Ingresso libero e gratuito

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Contribuisci

  • Twitter

  • Facebook

  • Contattaci

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: