150 anni d’Italia? L’Aquila non festeggia

”Non si va ad un matrimonio quando si ha un casa un lutto e la disperazione”, lo ha detto il sindaco dimissionario dell’Aquila Massimo Cialente che in questo momento si trova all’interno della sede diroccata del vecchio comune distrutto dopo il sisma del 6 aprile 2009.

Riguardo alle dimissioni Cialente ha detto: ”Ritirare o meno le dimissioni dipende dalle condizioni della citta’, in questo momento la citta’ mi sta chiedendo pesantemente questa cosa”, cioe’ di ritirarle, come ha fatto intendere. ”Non come sindaco, ma come aquilano, mi sento messo all’angolo soprattutto guardando i giovani di questa citta’ che sembrano non avere prospettive. Non voglio essere complice di questo omicidio’. Davanti al vecchio comune diroccato ci sono centinaia di persone con bandiere tricolori ed una bandiera di 25 metri e’ stata issata sulla torre civica. (ANSA)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Contribuisci

  • Twitter

  • Facebook

  • Contattaci

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: